Piantare gli alberi in maniera corretta: l’ABC

Posted on gen 22, 2013

Piantare gli alberi in maniera corretta: l’ABC
Pinterest

Sono molte le teorie, di esperti e meno esperti, di come e dove dovrebbe essere piantato un albero. Per noi che ci occupiamo di ambiente urbano le cose si complicano ulteriormente perché la  pianta è costretta a (soprav)vivere in una condizione totalmente artificiale.

fasi di impianto arboreo

La scelta della pianta é la prima e forse più importante questione progettuale. Per fare la scelta giusta bisogna:

- conoscere lo sviluppo e la forma che la pianta assumerà da adulta;

- considerare la velocità di crescitala robustezza del legno, l’andamento dello sviluppo delle radici, la persistenza delle foglie, la fioritura e   la fruttificazione, la resistenza e l’adattabilità al clima della zona, la tolleranza al suolo, la tolleranza all’inquinamento, la resistenza alle fitopatie causate da funghi o da insetti, la longevità. 

Una volta scelta la pianta ci sono una serie di considerazioni da fare per quanto riguarda la messa a dimora in città.

La prima fase, la più delicata, riguarda la corretta  preparazione del terreno, da cui dipende la vita futura dell’albero per molti anni.

preparazione terreno per alberoSpesso sul suolo su cui si va a inserire l’albero non esiste terreno o, se c’é, é  alterato per la presenza di materiale estraneo o di prodotti inquinanti. Bisogna predisporre l’ambiente adatto alla vita della pianta facendo una buca d’impianto di sufficienti dimensioni e sostituendo tutto il terreno necessario.

La fase successiva è quella pratica –> l’impianto dell’albero scelto.

  • Mantenere il colletto a livello della superficie del terreno;
corretta messa a dimora

Piantare un albero in città- UP WITH TREE

  • pali-tutori che dovranno sorreggere la pianta nei primi anni di vita (almeno in numero di 3) non devono superare il metro di altezza fuori terreno. In questo modo l’albero può muoversi liberamente sotto l’azione del vento; la giovane pianta “sperimenta” così tali forze come se si trovasse in condizioni naturali (bosco), irrobustendo i tessuti legnosi grazie a una maggiore produzione di lignina e cellulosa;
  • Il tubo drenante forato viene collocato intorno alla zolla (tra il colletto e il centro zolla); l’estremità che rimane nel terreno viene otturata, mentre l’altra viene fissata all’esterno della buca a un palo tutore. Questa tecnica permette di mantenere aerato il terreno nel tempo e di poter irrigare manualmente, innestando il tubo di irrigazione nel tubo drenante;
  • Ad attecchimento avvenuto, si potrà procedere con le operazioni di potatura eliminando rami secchi, rotti e che non concorrono a formare il corretto portamento della pianta.

Messa a dimora a Tulsa – UP WITH TREE

 

Esempio di impianto arboreo con tutori

Vogliamo insistere sull’importanza della preparazione della buca di impianto.

Considerando che gli apparati radicali si sviluppano piuttosto superficialmente, interessando i primi 50-100 cm, diviene indispensabile prevedere aiuole di ampiezza sufficiente a garantire un volume di terreno idoneo. Ricordiamo infatti che la buca di impianto deve avere una dimensione pari a 2/3 volte quella del volume della zolla della specie vegetale.

gente che pianta alberi

Piantare, piantare!

Quindi generalmente per singole aiuole bisogna garantire almeno una superficie di 2,5 m. x 2,5 m., con profondità variabile in funzione alla dimensione della zolla o in un’unica aiuola lineare con la larghezza minima di 1,5-2m. (per alberi di seconda grandezza in aree pavimentate quali parcheggi, viali, piazze, ecc..).

In questo modo la pianta troverà le condizioni di spazio corrette per il suo sviluppo. Si dice infatti: meglio spendere 100 euro per la buca d’impianto e 10 per la pianta che il contrario. Investire sulla buca di impianto significa investire sulla salute dell’albero che verrà.

Questi sono solo alcuni dei principali punti da seguire per la messa a dimora corretta di un albero. Un impianto così eseguito potrà definirsi corretto ed esteticamente apprezzabile ma (cosa più importante) il suo sviluppo nel tempo è garantito e con lui quindi tutti i benefici che gli alberi portano all’ambiente urbano.

La manutenzione a cui l’albero è sottoposto negli anni successivi all’impianto è un altra condizione necessaria per la riuscita della pianta. A seconda della situazione, della quantità di suolo libero a disposizione e delle condizioni climatiche, l’albero avrà bisogno di adeguate cure nei primi anni di vita. Esattamente come un essere umano. Abbiamone cura, sempre.

Concludiamo questo breve post con due video sulla messa a dimora di alberi, in questi casi però in giardino.

Pinterest
Se vuoi saperne di più o hai un progetto in mente, contattaci! info@streetitalia.it o 349.4754329